Mappa dell'incidenza della pertosse nell'UE 2017
Mappa ECDC dell'incidenza della pertosse nell'UE 2017. La Francia non raccoglie dati comparabili.

Tabella che confronta le incidenze tra paesi

Il numero di casi per 100,000 abitanti è un modo standard per misurare l'incidenza. Permette il confronto tra diverse popolazioni.

Questa pagina tenta di consentire confronti tra i paesi mostrando i dati ufficiali per l'ultimo anno disponibile.

È importante capire che i metodi per raccogliere il numero di casi e i loro mezzi di diagnosi variano enormemente tra i paesi e spesso anche le regioni all'interno dei paesi.

Lo scopo di questa pagina è dimostrare le differenze e la difficoltà di usare tali figure per descrivere la vera incidenza della pertosse.

Nazionalita'

Casi per 100,000

Australia

Inghilterra

USA

Canada

France

Nuova Zelanda

Germania

Italia

Olanda

Norvegia

Polonia

Danimarca

50.3 (2018)

5.2 (2018)

4.1 (2018)

9.8 (2017)

Nessun dato comparabile raccolto

56.5 (2018)

15.3 (2014)

0.3 (2014)

47.9 (2014)

59.4 (2014)

5.5 (2014)

13.5 (2014)

È probabile che i paesi contino i casi in almeno due modi diversi. Il primo è il vecchio stile di un medico o un'infermiera che diagnostica la malattia e che è legalmente obbligato a informare l'autorità competente che quindi inoltra le informazioni a un centro nazionale che tiene il conto.

Oltre a questo o in aggiunta, i paesi possono contare le conferme di laboratorio dell'infezione da pertosse. Molti paesi considerano questi ultimi i dati preferibili.

Alcuni paesi non raccolgono statistiche nazionali, ma solo regionali, ognuna delle quali può registrare dati in modo diverso.

Alcuni paesi hanno recentemente iniziato a raccogliere dati.

Non è richiesto alcun preavviso in Francia. Esiste invece una rete di pediatri e batteriologi negli ospedali che monitorano la malattia e riferiscono all'Istituto Pasteur.

I medici di diversi paesi hanno atteggiamenti piuttosto variabili nei confronti dell'obbligo legale di notifica.

Alcuni dei dati di cui sopra sono presi dal Rapporto del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie in cui tutti i dati europei sulla pertosse per ciascun paese possono essere visualizzati per l'ultimo anno disponibile del 2014.

Revisione

Aggiornato e rivisto da Dott. Douglas Jenkinson 22 maggio 2020